aggiungi ai preferiti
iscriviti
diventa una camgirl
iscriviti come webmaster
            Password dimenticata? | Registrati

categorie 


videochat

 

RAGAZZE IN VIDEO CHAT
Archivio News e attualit???Archivio News Webmaster
Sesso davanti alla webcam

sesso webcam Racconto erotico V.M. 18 anni. Camgirl: Peperina89

Titolo: Sesso davanti alla webcam

Appuntamento alle sei a casa sua…solo il pensiero mi faceva eccitare da morire!! Davanti alla webcam uhmmm
Pantaloncini cortissimi di jeans e scarpette argentate tutte lustrini e taccazzi alti a spillo, lui ne va matto. Continua Sesso davanti alla webcam

Mi apre la porta, e appena mi vede mi solleva con un braccio, mentre con l’altro chiude la porta a chiave e spegne la luce… in men che non si dica sono a gambe divaricate sopra di lui e inizio a baciarlo con passione sfrenata… gli levo la maglietta e lo riempio di baci sul collo, poi ancora più giù fino a stuzzicargli i capezzoli, sentendolo rabbrividire.
Nel mentre lui mi toglie le scarpette, io mi tolgo il top e lo butto sul pavimento; scendo a baciargli il ventre, levandogli poi la cinghia e sbottonandogli i pantaloni… gli accarezzo lentamente il bassoventre e lui gemeva continuamente e mormorava di non resistere più! Così, con uno scatto si sfila i pantaloni e le mutande e io glielo prendo delicatamente con una mano e inizio a leccargli la cappella, con l’altra mano gli solletico l’ano e lui comincia a muoversi e a mugolare… così lo prendo tutto in bocca e lo succhio lentamente ma con decisione, poi sempre con più foga.
Lo sentivo impazzire e nel sentire i suoi gemiti mi bagnavo fino a gocciolare… Ad un certo punto mi mette una mano sulla fronte facendomi smettere, ce l’aveva incredibilmente duro! Mi toglie i mini-jeans e mutandine e mi ordina:
-    Girati.

Mi metto alla pecorina, la nostra posizione preferita e lui inizia a sbattermi colpo su colpo, di santa ragione, e io godevo, urlavo di piacere… era incredibile farmi sbattere in quella maniera da un insaziabile uomo di quarantacinque anni, io che ne ho solo venti… e Dio mio, anch’io ero insaziabile del suo sesso, mi sarei fatta sbattere in quel modo per tutto il giorno!
Quei suoi colpi però diventarono sempre più violenti da farmi avvertire dolore al bassoventre… le mie urla, da che erano di immenso godimento, erano diventare un mix tra godimento e dolore, e lui, sentendo che mi stava facendo male si eccitò ancora di più e ci mise ancora più forza, tanto che ad un certo punto sentii un dolore così acuto da dover cercare di spostarmi, ma lui si buttò subito addosso, bloccandomi le braccia al divano, stringendomi i polsi e implorando…
-    Stai ferma!

Non mi potevo più muovere, non potevo più fare nulla… e da una parte non volevo fare nulla, perché mi piaceva sentirlo godere in quel modo!! Fin quando poi, ancora due colpi ben decisi, col mio dolore alle stelle, lo sentii venire dentro… sentire il suo sperma penetrare dentro di me era una sensazione fantastica, mi faceva impazzire… Nonostante il dolore, avrei ripetuto la stessa cosa ancora una volta, e poi un’altra… e ancora…
 
< Prec.   Pros. >

Generated in 0.17068 Seconds